Strategia nutrizionale – Proaction

Strategia nutrizionale – Proaction

SANTINI TRIO SENIGALLIA

Partenza ore 12:00 per l’olimpico, 10:00 per lo sprint.

Colazione adeguata senza stravolgere le proprie abitudini, con delle fette biscottate e marmellata, pane bianco e fesa di tacchino, un succo, caffè o the; se la colazione è anticipata di molto, allora due ore prima dello start fare uno spuntino con un panino con la fesa, in alternativa la pasta in bianco o del riso, sempre evitando condimenti pesanti e se siamo abituati a mangiarla prima della gara.

Punto chiave 1: l’idratazione

Prima di partire assumere una soluzione salina isotonica, con carboidrati, circa 400 ml. La soluzione salina isotonica Mineral Plus contiene magnesio e potassio altamente assorbibili, in quanto in forma citrata e grazie alla presenza di maltodestrine aiuta a riempire e recuperare le calorie perse con i vari spostamenti per sistemare T1 e T2.

Punto chiave 2: la frazione bici

Alimentazione e idratazione sono due fattori da tenere ben presenti in questa frazione di mezzo, che se viene gestita adeguatamente mi permette di fare una frazione corsa al meglio della performance.

  • Idratazione: ogni 15 minuti un paio di sorsi di soluzione salina isotonica
  • Alimentazione: una barretta facilmente masticabile, nell’olimpico, appena si inizia a pedalare e 50 minuti prima di iniziare a correre; noi consigliamo 1998BAR, con uno zucchero a lenta durata come l’isomaltulosio, e aggiunta di magnesio e carnitina. Il percorso panoramico dell’olimpico prevede anche una salita impegnativa di 2,5 chilometri, quindi un consumo maggiore di calorie; mangiare la barretta subito appena si sale in bici!

Punto chiave 3: il recupero

I primi 30 minuti dopo la fine della gara il nostro organismo è ancora al massimo delle sue possibilità, di conseguenza, quello che assumo viene assorbito molto velocemente, meglio recupero più facilmente riuscirò ad allenarmi i giorni successivi.

Le tre erre del recupero:

  • Reidratare: assumere almeno il 150% del peso perso (stimando una media durante gli allenamenti, indicativamente almeno 1,5L di liquidi) senza dimenticare gli elettroliti importanti come sodio, magnesio e potassio.
  • Ripristinare: le riserve di glicogeno, quindi zuccheri veloci. Perfetta la frutta, i succhi e il the zuccherato, che si trovano al ristoro finale.
  • Ricostruire: il muscolo sottoposto a intenso sforzo fisico, consigliate quindi le proteine del siero del latte isolate, che apportano tutti gli aminoacidi essenziali, che sono i cosiddetti mattoncini della muscolatura.

la strategia nutrizionale olimpico:

PRIMA

NUOTO

T1

BICI

T2

CORSA

DOPO

Soluzione salina Mineral Plus Carbosprint Ultrarace 15’ prima della partenza

 

Prestart shot 1998bar

Mineral Plus in borraccia

Carbosprint Extreme Mineral Plus

Sali minerali presenti al ristoro

Protein Isowhey entro 30’ dalla fine oppure

Peptide Hydro Whey

La strategia nutrizionale sprint

PRIMA

NUOTO

T1

BICI

T2

CORSA

DOPO

Soluzione salina Mineral Plus Prestart shot Mineral Plus in borraccia Carbosprint Extreme Mineral Plus

Sali minerali presenti al ristoro

BCAA 4:1:1 entro 30’ dalla fine

Buona gara!

Dott.ssa Annalisa Faè, R&D ProAction

FORNITORI UFFICIALI >>
ISTITUZIONI >>
HOTEL >>
MEDIA PARTNERS >>
CHARITY PARTNER >>